D. Alighieri – Piovega

VIA DEI PIOPPI 45,
33013 GEMONA DEL FRIULI UD


Cod. Meccanografico: UDEE85303R

Telefono: 0432981056
Email: primaria.alighieri@icgemona.edu.it

Vedi le attività della scuola

Poffino primarie 2020-21

Dove siamo
Il plesso scolastico si trova in via dei Pioppi, nella borgata di Piovega, poco lontano dal Centro storico.
Orario scolastico

La scuola propone un’offerta formativa articolata su due tempi scuola:

  • una sezione a 27 ore di lezione

Le lezioni sono organizzate su cinque giorni, con il sabato a casa e  due rientri pomeridiani il lunedì e il giovedì (di complessive ore 29.30 con la mensa) per le classi dalla prima alla quarta.

Per la quinta A le lezioni sono distribuite su sei giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 8.15 alle ore 12.45.

  • una sezione  a 40 ore:

Le lezioni sono organizzate su 5 giorni a settimana, dal lunedì al venerdì dalle 8.15 alle 16.15; con intervallo dalle 12.45 alle 14.25 per il pranzo e il gioco libero.

Numero sezioni ed alunni

I 212 alunni della scuola sono organizzati in 11 gruppi classe.

Docenti

Nel plesso operano 28 docenti compresi gli insegnanti di sostegno, di religione  e di attività alternativa. Alcuni docenti operano con orario parziale o su due plessi.
Importante anche il ruolo dei collaboratori scolastici, che oltre alla pulizia e all’igienizzazione dei locali si occupano del servizio di portineria, delle fotocopie di accompagnare gli alunni al bus e di tante altre necessità che si presentano giornalmente.

L'edificio

L’edificio è costituito da tre piani: al piano terra si trovano gli uffici dell’Istituto Comprensivo, un ampio atrio, uno spazio per la pre-accoglienza e un salone adibito a mensa.
Nei piani superiori vi sono le aule per le classi, l’Atelier digitale e spazi organizzati dedicati alla musica, al sostegno, alla biblioteca.
La scuola dispone di ampi atri che vengono utilizzati per i momenti ricreativi e per varie attività.
Annessa all’edificio scolastico vi è la palestra cui si accede attraverso un passaggio coperto.

Tredici aule sono dotate di lavagne interattive (LIM). La rete wireless è attiva in tutto l’edificio.

Gli spazi esterni

Tutto intorno all’edificio vi è un ampio spazio in parte erboso, in parte asfaltato e in parte coperto dove i bambini possono giocare durante le ricreazioni del mattino e del dopo-mensa.
Distribuiti all’esterno vi sono dei giochi che soddisfano le esigenze delle diverse fasce d’età, dalle casette al campetto di calcio.

Progetti

Il plesso o singole classi aderiscono a iniziative proposte dall’Amministrazione Comunale, dai Servizi sociali dei Comuni, dal MIUR e dalle Associazioni sportive e culturali presenti sul territorio; queste proposte arricchiscono e potenziano l’offerta formativa e integrano, anche attraverso approcci operativi, la programmazione curricolare con contenuti disciplinari e trasversali.

Progetto di plesso 

Da anni le finalità dei percorsi progettuali proposti dalla Scuola Primaria di Piovega tendono a sviluppare percorsi didattici che guardano al futuro (formazione della persona come cittadino aperto al mondo, conoscenza e uso consapevole delle tecnologie) con i piedi ben radicati nel presente (comportamenti verso la salute, l’ambiente, il proprio e altrui benessere, l’accoglienza e l’integrazione) e nella consapevolezza dell’importanza di non perdere il collegamento con il passato (laboratori del fare, del conoscere, dello scoprire e valorizzazione del territorio e delle radici storico-culturali).

Tali finalità quest’anno vengono necessariamente ricalibrate alla luce dell’attuale contesto di emergenza conseguente alla diffusione del Covid19: la situazione impone sì delle limitazioni, ma offre anche quotidianamente diversi spunti per far riflettere i bambini sulla loro appartenenza ad una comunità verso la quale hanno diritti e doveri. Questi temi, sviluppati in particolare nell’ambito dell’Educazione Civica, verranno utilizzati come filo conduttore del progetto di plesso e si intrecceranno nei diversi percorsi strutturati per apportare arricchimento all’offerta formativa.

Il Progetto di musica prosegue da diversi anni: negli ultimi due, grazie al contributo della Fondazione Pietro Pittini, gli alunni hanno potuto fruire di un percorso di educazione musicale ed espressivo predisposto e realizzato dall’Associazione PraticaMenteMusica e ampliato in classe dai docenti. I traguardi formativi raggiunti con tutti i bambini sono stati molto importanti in quanto le attività sono state caratterizzate da un’evidente connotazione inclusiva; in continuità col lavoro già svolto, anche quest’anno si intendono sviluppare nelle classi le tematiche delle emozioni come veicolo per conoscere se stessi e gli altri e della diversità come ricchezza per uscire dai confini accrescendo la capacità di collaborare. Ci si propone di riprendere e portare a termine il percorso interrotto a febbraio 2020 con l’intervento delle due esperte che già conoscono i bambini per una decina di settimane a partire da gennaio. Gli obiettivi di apprendimento di educazione musicale e quelli trasversali verranno perseguiti durante una lezione settimanale di musica per gruppo classe, integrata dalle attività svolte dai docenti nelle altre discipline.

Ringraziamo l’Associazione Genitori Scuola Primaria Piovega e la Fondazione Pietro Pittini per l’opportunità.  

Progetto “Arte ed emozioni”: nelle prime settimane del 2020 è iniziata una collaborazione con Emanuela Riccioni, esperta d’arte, con la quale è stato definito un progetto volto alla conoscenza di grandi pittori e di correnti artistiche e alla sperimentazione di diverse tecniche. Nei laboratori d’arte gli alunni vengono sostenuti ad esprimersi liberamente con l’uso di colori e di diversi materiali e nello stesso tempo, mentre lavorano, vengono guidati anche alla collaborazione di gruppo. Il progetto è stato inizialmente pensato per tutte le classi della scuola; essendosi interrotto con il lock down, è stato ripreso fra ottobre e novembre dalle classi quarte e quinte. Si prevede la sua prosecuzione nel secondo quadrimestre per le altre classi.

Continuità: i percorsi di continuità riguardano sia la scuola dell’Infanzia sia la scuola Secondaria di Primo Grado con le quali verranno svolte attività di conoscenza reciproca per cominciare a familiarizzare con i linguaggi e l’organizzazione delle nuove realtà.

Progetto motoria: l’educazione fisica viene attuata dalle insegnanti di classe in collaborazione con le società sportive e con il supporto in alcune classi dell’esperto Movimento in 3S e di Sport di classe. La sinergia degli interventi mira a formare negli alunni le competenze motorie di base, l’acquisizione di corrette abitudini di vita e di fair play nello sport.  Se possibile, verrà attuato un ciclo di lezioni di nuoto per i bambini del tempo pieno. Una nuova iniziativa riguarda l’uso della bicicletta per le classi quinte con la proposta “La scuola mette le ruote”.

Promozione della lettura: In tutte le classi vengono svolte attività tese a promuovere, a vari livelli, la competenza della lettura e particolare attenzione viene dedicata allo sviluppo del “piacere di leggere”.

Anche quest’anno la scuola ha aderito all’iniziativa nazionale di promozione della lettura #IOLEGGOPERCHÈ, organizzata dall’Associazione Italiana Editori. Dal 21 al 29 novembre è possibile donare un libro alla scuola acquistandolo presso la libreria gemellata, la Mondadori Point, presso il centro commerciale Le Manifatture. Al termine della raccolta gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione complessiva.                     

Il 23 ottobre la scuola ha partecipato alla settima edizione di “UNLIBROLUNGOUNGIORNO” giornata regionale dedicata alle letture ad alta voce e al piacere di leggere insieme. La giornata è stata incentrata sull’autore Gianni Rodari per festeggiare il centenario della sua nascita. Il libro che è stato scelto per questa iniziativa è stato “Favole al telefono” poiché, con divertenti testi, si è potuto riflettere sulla comunicazione come modo per stare vicini anche a distanza.    

Plurilinguismo e dimensione europea: l’attenzione verso le diverse lingue e culture di cui le famiglie degli alunni sono portatrici, si traduce nell’educazione al rispetto di lingue e culture straniere presenti sul territorio e nella valorizzazione della lingua della zona attraverso l’insegnamento del friulano.

L’inglese viene insegnato in tutti i gruppi da docenti interni, ciò permette di integrare con attività trasversali l’insegnamento della lingua nel curricolo delle classi. Nel corso dell’anno verranno realizzate esperienze di CLIL, che prevede l’Apprendimento Integrato della Lingua e dei Contenuti sia in lingua comunitaria che minoritaria. Per i bambini delle classi quinte e delle quarte vengono organizzati degli incontri-laboratorio con un esperto madrelingua per dare agli alunni l’opportunità di entrare in contatto con un modello linguistico autentico e di utilizzare in situazione le strutture linguistiche apprese.

Educazione stradale: nell’ambito dell’educazione stradale la scuola propone lezioni in classe e sulla strada in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, con i Nonni Vigile e con la Polizia Municipale.

Progetto di mobilità sostenibile “A SCUOLA CON IL PIEDIBUS”: siamo in attesa di poter riprendere questo importante progetto che prevede per un giorno alla settimana l’arrivo a scuola a piedi di un nutrito numero di bambini accompagnato da volontari e familiari. Sono stati individuati sei diversi percorsi, di circa un chilometro ciascuno, che a raggiera conducono alla scuola e sui quali si snodano le colorate file di piccoli pedoni.

Merenda sana: prosegue l’esperienza della merenda sana fornita dalla Dussmann e proposta ai bambini che usufruiscono della mensa. A ricreazione si mangia frutta, ma anche pane, yogurt, cracker.

Progetti in rete: Molti insegnanti del plesso aderiscono alle proposte formative organizzate dalla rete Sbilf e in ambito regionale tese a formare docenti capaci di utilizzare nuove tecnologie, innovative metodologie d’insegnamento e disposti a “mettersi in gioco per garantire a tutti gli alunni la possibilità di sperimentare la gioia di apprendere”.

I servizi e collaborazioni esterne

La scuola offre i seguenti servizi:

Per coloro che ne hanno fatto richiesta funziona dalle ore 7.30 alle ore 8.15 un servizio di PRE-ACCOGLIENZA a pagamento, durante la quale i bambini sono sorvegliati da un operatore della Cooperativa Euro&Promos di Udine.

Il TRASPORTO è garantito dal servizio di scuolabus a cura dell’Amministrazione comunale. La scuola è servita da tre diversi pulmini che raggiungono ampie zone del territorio gemonese.

Il SERVIZIO MENSA è affidato alla ditta Dussmann.

La scuola collabora con l’Associazione Genitori Scuola Primaria Piovega che negli anni scorsi ha organizzato serate formative per genitori ed eventi quali il Carnevale a scuola, il pranzo della festa di fine anno e altre iniziative che hanno coinvolto tutte le famiglie. Inoltre un gruppo di genitori allestisce con dedizione e successo rappresentazioni teatrali rivolte a bambini e famiglie. Molto importante è stato il supporto dell’Associazione genitori per la ripresa delle lezioni a settembre con l’aiuto materiale alla ristrutturazione e decorazione dei locali di ingresso.

Anche quest’anno usufruiamo della preziosa collaborazione dei Nonni Vigile, presenti ogni giorno all’entrata e all’uscita da scuola, per permettere l’afflusso e il deflusso di persone e mezzi, in completa sicurezza.

Curiosità
L’edificio ospita la scuola dal 1980 raccogliendo la tradizione della “D. Alighieri” che era situata nell’attuale parco di via Dante e che è stata distrutta dal terremoto del 1976. Nel tempo ha accolto ed integrato le esperienze di altri plessi più decentrati (Baldissera e Lessi) che hanno apportato il loro importante contributo all’attuale offerta formativa.
Lo spirito che anima la scuola è sintetizzato dal motto “Crescendo in armonia”: esso rispecchia il lavoro quotidiano nelle classi in cui uno sguardo è rivolto alla storia del nostro paese e alle nostre radici e in cui ci si adopera altresì per formare ragazzi competenti, aperti alle novità e capaci di collaborare tra loro per diventare cittadini del futuro.

Attività della scuola