Attività scuola Primaria di Ospedaletto

 

26 Ottobre 2019 26 settembre: Giornata Europea delle Lingue

Come consuetudine, il 26 settembre in tutte le classi è stata celebrata la Giornata Europea delle Lingue.  Essa ci ha ancora una volta offerto l’opportunità di esplorare il patrimonio linguistico di cui gli alunni e le loro famiglie sono portatori, di portarlo alla luce e valorizzarlo, promuovendo consapevolezza e rispetto, e di sensibilizzare la comunità scolastica interna ed esterna nei confronti della conoscenza e dell’uso delle lingue, anche minoritarie, come strumenti di identità e di comunicazione.  I bambini sono stati invitati a presentare ai compagni conte e filastrocche nelle diverse lingue di famiglia; i più grandi si sono anche cimentati nella stesura della propria  “autobiografia linguistica”.

22 Maggio 2019 Al KCC Camp di Berlino

Dal 12 al 18 maggio, sei bambini dalle classi quarte e quinte della nostra scuola, insieme a sei compagni della scuola primaria e secondaria di Artegna, hanno partecipato al meeting internazionale del progetto Kids Conquering Castles a Berlino.

22 Maggio 2019 Giornata ecologica

Più volte rimandata a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli, il 10 maggio si è finalmente svolta la Giornata ecologica, appuntamento annuale che impegna tutta la scuola nella cura degli spazi esterni e non solo. Mentre i più grandicelli, aiutati da nonni e Continua a leggere…Giornata ecologica

22 Maggio 2019 TUTTI IN BICICLETTA all’inaugurazione della pista ciclabile

Nella mattinata del 30 aprile è stato inaugurato il nuovo tratto di pista ciclabile che collega l’ospedale c

on il centro studi: gli alunni delle quarte vi hanno partecipato con entusiasmo, dopo aver raggiunto il luogo della cerimonia in bicicletta. In una coloratissima carovana, ben equipaggiati con caschetto e giubbino riflettente, accompagnati dall’insegnante, da Marco Masini dell’UTI del Gemonese e da alcuni genitori, i bambini hanno percorso il tratto stradale di via Cjamparis scortati dalle guardie comunali, e quindi si sono immessi sulla pista ciclabile, dimostrando nei fatti, in una vera “prova di competenza”, di sapersi comportare in modo responsabile nel rispetto delle regole basilari della sicurezza stradale.

22 Maggio 2019 Bambini in coro

Grazie al finanziamento del Piano regionale per il potenziamento dell’Offerta formativa e con il fondamentale e sempre pronto contributo dell’Associazione Genitori “Sante Striche”, si è potuto continuare anche quest’anno in tutte le classi il percorso di educazione all’uso della voce e al canto corale con l’esperta Silvia Buzzi. In occasione della festa di chiusura dell’anno scolastico i bambini offriranno ai genitori un piccolo concerto-saggio.

16 Marzo 2019 FRIDAY FOR FUTURE anche noi!

Dopo aver conosciuto e discusso i tanti problemi che i comportamenti dell’uomo causano al nostro pianeta (Azione “Conosciamo le ONG” nell’ambito del progetto Erasmus + KCC), anche noi abbiamo voluto partecipare idealmente alla manifestazione “Friday for Future”. Nei nostri cartelli abbiamo espresso il nostro sforzo di consapevolezza e le nostre dichiarazioni di impegno personale per una causa tanto importante.

10 Marzo 2019 Imparare la DAMA

Nelle classi quarte stiamo imparando a giocare a dama. Si tratta di un gioco dalle origini antichissime. Il più antico completo da gioco, composto da una damiera (tavola) e dalle pedine, è stato ritrovato in Egitto, risale al 5000 a.C. Questo gioco veniva praticato anche dagli antichi Romani, e dopo ancora, alle corti dei re e dei signori che abitavano i castelli… Per questo ci è piaciuta l’idea di inserire questo gioco tra le attività che, sul tema dei castelli,  svolgiamo nell’ambito del progetto europeo Erasmus Plus Kids Conquering Castles. Così, grazie alla grande disponibilità degli esperti del Circolo Damistico Gemonese,  il signor Davis e il signor Amadio, che ci seguono passo passo, ci stiamo appassionando alla DAMA e ne stiamo scoprendo regole e strategie.

 

12 Gennaio 2019 A scuola aspettando Natale

  • Il Presepio e gli addobbi

È una tradizione consolidata, nella nostra scuola, che coinvolge tutte le classi, ciascuna con il proprio campo d’azione: i più piccoli preparano gli addobbi per l’albero dell’atrio; le seconde e le terze si occupano di vestire a festa la scuola, decorandone le finestre; alle quarte e quinte è affidato l’allestimento del presepio.  In questo modo, se il lavoro dei più piccoli è rivolto a tutta la scuola, il presepio apre la scuola al paese: non rimarrà chiuso, proprio nel tempo di Natale, dentro l’edificio silenzioso e vuoto, ma viene allestito nella chiesa parrocchiale per tutta la comunità di Ospedaletto.  È questa, infatti, una delle finalità che da sempre muove il progetto di plesso “La scuola nel paese”, perché la scuola non sia un’isola, autoreferenziale e indifferente al territorio che la ospita, ma ne sia parte viva, in uno scambio reciproco e consapevole con una comunità sempre aperta e generosa.

 

San Nicolò

Come ogni anno, accompagnato dagli infaticabili genitori dell’associazione Sante Striche, San Nicolò ci fa visita, ed ha un pensiero per ogni bambino. Una sorpresa… attesa, che coinvolge ed emoziona i più piccolini, ma anche i più grandi!

 

 

  • I laboratori KCC

Se in tutte le classi il periodo che precede il Natale è caratterizzato da un fermento di attività manuali per la realizzazione di decorazioni di ogni tipo, le classi quarte e quinte hanno rimesso in moto la “Cooperativa dei bambini KCC” del progetto europeo Erasmus +, attivando nuovi laboratori per la produzione di souvenir del castello, di decorazioni natalizie e di biscotti di ogni tipo, destinati allo speciale “Mercatino KCC”. Il 20 dicembre,in occasione della festa di Natale, mentre in cortile si svolgeva il tradizionale convivio a base di tè e panettone che fa seguito alla recita natalizia,  i “soci KCC” hanno proposto i loro prodotti in un ricco e vivace mercato allestito nell’atrio della scuola. Il ricavato, naturalmente, è entrato nelle casse della KCC Cooperative e contribuirà, secondo quanto verrà stabilito nel prossimo Camp internazionale a Berlino, a realizzare una delle principali finalità della KCC Cooperative: il sostegno ad azioni di solidarietà.

 

 

 

 

 

  • 20 dicembre: la festa di Natale

È uno degli appuntamenti fissi, previsti dal progetto di plesso “la scuola nel paese”, che i bambini – e i genitori – attendono come una pietra miliare nel percorso dell’anno scolastico. Non abbiamo a disposizione uno spazio adeguato, nei pressi della scuola, atto ad accogliere insieme tutte le classi e il loro pubblico, per cui – salvo qualche eccezione negli anni passati, con recite allestite in grande a Gemona – ormai è consuetudine che la recita si svolga in due momenti – quello delle classi dei più piccoli e quello dei grandi, nella chiesa del paese.E d’altronde la finalità originaria della recita di Natale era quella di proporre ai genitori la visita al presepio, allestito dalle classi quarte e quinte in chiesa e così messo a disposizione di tutta la comunità del paese.

Quest’anno le quarte e quinte hanno proposto un concertino di canti tradizionali friulani, intervallati da brani musica classica che i bambini hanno accompagnato con i loro strumentini a percussione; le prime, seconde e terze hanno invece proposto canti e poesie, anche in lingua inglese.

Alla fine del pomeriggio, come di consueto e grazie anche alle condizioni meteorologiche abbastanza benevole, ci siamo ritrovati in cortile, a scambiarci gli auguri con panettone e tè aromatico fumante (ricetta speciale della bidella Dolores). Attrazione particolare, quest’anno, il Xmas Market della cooperativa dei bambini KCC, mentre le offerte della tradizionale raccolta di solidarietà sono state destinate all’associazione “Un mondo a colori per Davide”.

 

 

 

 

  • Gli auguri alla Casa di Riposo

Un Natale friulano per i nonni: questo è stato il tema dello spettacolino proposto dalle classi quarte alla Casa di Riposo comunale, che hanno visitato proprio l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze natalizie, grazie anche alla disponibilità dello scuolabus messo a disposizione dal Comune.

Nell’atrio della struttura, trasformato per l’occasione in palcoscenico e platea, i bambini hanno cantato alcuni brani natalizi in friulano, di fronte a un pubblico attento e spesso commosso, che volentieri si univa al canto del coretto. Il gruppo dei “danzerini”, indossando i costumi friulani con tanto di stafets, hanno eseguito per i nonni due danze tradizionali. C’è stato poi un simpatico momento di scambio di domande e di racconti tra gli anziani e i giovani ospiti, particolarmente curiosi e interessati alle parole dei nonni seduti in “platea”. Una generosa merenda, messa a disposizione dalle operatrici della Casa di riposo e “spolverata” voracemente dai bambini, ha concluso nel migliore dei modi un momento che la spontaneità dei bambini e la benevola accoglienza degli anziani e degli operatori ha reso, ci auguriamo, davvero  piacevole e sereno per tutti.