Attività scuola Primaria di Ospedaletto

 

1 Marzo 2020 Incontro con l’A.F.D.S.

Le classi quinte hanno incontrato a scuola la presidente della sezione di Gemona e consigliere provinciale dell’AFDS Anna Panigara, che ha illustrato i valori del dono del sangue come gesto volontario e gratuito di solidarietà concreta. Gli alunni, aderendo al cncorso FIDAS “A scuola di dono 2020”,  hanno poi realizzato dei prodotti artistici e multimediali finalizzati ad incoraggiare gli adulti ad avvicinarsi alla pratica del dono.

1 Marzo 2020 Approccio agli scacchi

Nei giorni 20 e 21 gennaio è intervenuto a scuola l’istruttore Cucchiaro Marco per presentare il gioco degli scacchi agli alunni delle classi seconde, terze, quarte, quinte. Gli alunni delle classi partecipanti sono stati suddivisi in gruppi ed hanno prima sentito la spiegazione   delle regole fondamentali e poi hanno messso in pratica quanto appreso in una partita. Questa è stata una giornata di lancio (1 ora per ogni Gruppo di alunni) poi in tutte le aule delle classi partecipanti è stato allestito uno spazio stabile per il gioco degli scacchi in modo che i bambini possano continuare ad esercitarsi durante I momenti di gioco libero.

1 Marzo 2020 Il dono alla scuola da chi l’ha lasciata

I genitori degli alunni che da quest’anno sono passati alla scuola secondaria hanno voluto lasciarci in dono un bel numero di libri per la nostra biblioteca. E’ stato un bellissimo pensiero, che ci sostiene nel nostro progetto di rinnovamento e di promozione della lettura a scuola

1 Marzo 2020 VIBRAZIONI

Il progetto musicale “Vibrazioni” organizzato dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, ha proposto un laboratorio che, partendo dall’ascolto e dalla relazione con lo spazio, permettesse ai bambini di attivare una modalità cooperativa di composizione musicale. Gli alunni delle classi terze, nei quattro incontri tenuti da gennaio a metà febbraio, hanno avuto modo di produrre suoni e rumori all’interno di una simulata sala di registrazione, effettuare un’uscita in esterno con strumentazione idonea alla “cattura” di eventi sonori, dedicare i due ultimi incontri all’ascolto, scrematura, fusione, adattamento dei suoni e rumori opportunamente selezionati da un consulente esterno che ha accompagnato i bambini durante tutto il percorso””

18 Febbraio 2020 San Nicolò e Sante Striche

E’ un’alleanza sempre vincente, che porta ogni anno emozioni e festa: San Nicolò entra nella scuola, sorride, abbraccia, ascolta. Intanto i suoi infaticabili “aiutanti” di Sante Striche distribuiscono i doni.

18 Febbraio 2020 IL NATALE DELLA SCUOLA

Appuntamento a Natale

“Natale con i tuoi”, naturalmente. Però un momento prima c’è il Natale di scuola. Quello che si comincia a respirare quando ancora le vacanze sono una lontana promessa, ma già spuntano i progetti, le proposte, i laboratori, i canti da scegliere e da imparare. Sembra che i tempi siano distesi, all’inizio. Poi è già novembre, e dicembre all’improvviso. E l’atmosfera di Natale entra festosa, a volte un po’ affannata, nelle aule e negli atri. I piccolini di prima preparano gli addobbi per l’albero dell’ingresso: sorprendenti stelle di pasta che sembrano gioielli dorati. Le finestre – tutte quante! – si trasformano in quadri candidi e sognanti (è il lavoro dei bambini delle seconde e delle terze); per le quarte e le quinte c’è il presepio da allestire in chiesa: quest’anno è il presepio di sassi, ricostruito riprendendo l’incredibile idea della maestra Rita Forgiarini che tanti anni fa l’aveva realizzato con i bambini della scuola. Con i ciottoli del Tagliamento, scegliendo e abbinando le forme e i colori, anche noi abbiamo costruito casette, agnellini e nuovi personaggi.

Intanto si preparano i canti e le musiche per il concertino da offrire ai genitori: verranno su in chiesa, vedranno il presepe, ascolteranno (magari fingendo sorpresa) i brani che i bambini – troppo eccitati per tenerli nascosti – hanno già svelato, cantato e ricantato.  

E poi si beve il tè nel cortile della scuola – il tè preparato dalla bidella Dolores, appena speziato, dolce e caldo, e il panettone, o il pandoro per chi non ama l’uvetta o i canditi… è il rituale di sempre, con l’atmosfera usuale eppur sempre un po’ magica che di lì a poco ti farà scivolare nella vacanza e nell’emozione dell’attesa …

C’è, come ogni anno, la scatola rossa per la raccolta delle offerte, perché la festa sia anche solidarietà. Come lo scorso anno, quanto raccolto il giorno della festa (e poi, davanti al presepio, lungo tutto il periodo natalizio) verrà donato all’associazione “Un mondo a colori per Davide”.  Ed è solidarietà anche la visita dei bambini delle quarte alla Casa di Riposo comunale: anche questo gesto, che aiuta a crescere, è il nostro “Natale di scuola”.

Queste iniziative sono parte del progetto “La scuola nel Paese”, cui tutte le classi partecipano: è un progetto che caratterizza la nostra scuola da ormai tanti anni, proponendola ancora come una presenza vivace e attiva nella comunità e nel paese di Ospedaletto.

Il presepio 2019

18 Febbraio 2020 Natale con i “nonni” della Casa di Riposo

Com’è ormai consuetudine per la nostra scuola, in prossimità delle festività natalizie le classi quarte hanno fatto visita agli anziani ospiti della Casa di Riposo per il tradizionale scambio di auguri. Gli alunni hanno presentato a una platea piuttosto vasta di spettatori attenti e partecipi un repertorio tipico del periodo, composto di canti, poesie e nenie, sia in italiano sia in friulano. I bambini, pur emozionatissimi, ce l’hanno messa tutta, riuscendo a coinvolgere con entusiasmo e spontaneità i “nonni” presenti; al termine dell’esibizione il loro impegno è stato, però, ampiamente ricompensato con un’abbondante e graditissima merenda offerta dal personale della struttura. Alcuni anziani, poi, si sono resi disponibili a raccontare alcuni episodi della loro infanzia, fornendo preziose testimonianze, in particolare sui doni che ricevevano da bambini nel periodo natalizio. Tutto ciò ha fornito agli alunni ottimi spunti per un interessante confronto fra generazioni consentendo loro di compiere un’esperienza di maturazione e di crescita davvero unica. Grazie, “nonni”!

25 Novembre 2019 25 ottobre: UN LIBRO LUNGO UN GIORNO

“Non ho niente da insegnare. Voglio soltanto divertire. Ma divertendosi con le mie storie i bimbi imparano la cosa più importante: il gusto della lettura.”

I bambini di 4B per salutarci hanno chiuso la loro presentazione con questa citazione di Roald Dahl, dopo averci incantati con una lettura intensa ed emozionante di alcuni stralci del G.G.G. e la presentazione di alcune collane di testi di narrativa per ragazzi, da loro letti nel precedente anno scolastico.

Sì, perché venerdì 25 ottobre è tornata “Un Libro Lungo Un Giorno”, l’iniziativa promossa dalla regione per la lettura, occasione che ha portato tutti gli alunni della scuola a partecipare attivamente, parlando, raccontando e leggendo ai compagni più piccoli.

È così che i nostri libri preferiti e le collane più appassionanti possono passare di mano in mano e il gusto per la lettura nella nostra scuola può diventare sempre più contagiosa.

26 Ottobre 2019 26 settembre: Giornata Europea delle Lingue

Come consuetudine, il 26 settembre in tutte le classi è stata celebrata la Giornata Europea delle Lingue.  Essa ci ha ancora una volta offerto l’opportunità di esplorare il patrimonio linguistico di cui gli alunni e le loro famiglie sono portatori, di portarlo alla luce e valorizzarlo, promuovendo consapevolezza e rispetto, e di sensibilizzare la comunità scolastica interna ed esterna nei confronti della conoscenza e dell’uso delle lingue, anche minoritarie, come strumenti di identità e di comunicazione.  I bambini sono stati invitati a presentare ai compagni conte e filastrocche nelle diverse lingue di famiglia; i più grandi si sono anche cimentati nella stesura della propria  “autobiografia linguistica”.